Aktion T4: come risparmiare 885 milioni di marchi

Questo articolo è uscito sul mensile Il Lametino lo scorso 20 luglio 2013.

Il programma di eutanasia nazista.

Ancor prima della seconda guerra mondiale, in Germania, durante il periodo nazista, un contadino indirizzò una lettera al Führer nella quale chiese un favore per il proprio figlio neonato di nome Knauer. Brack, un dipendente della cancelleria tedesca, fece da intermediario e consegnò personalmente la lettera ad Hitler. Il 18 agosto del 1939 lo stesso Führer chiede ai medici e alle ostetriche della nazione di effettuare dei censimenti ‘scientifici’ sui bambini con meno di tre anni. Successivamente questa ricerca si estese anche agli adulti. Nel settembre del 1939 Hitler convoca Leonardo Conti, responsabile dei servizi sanitari civili, e Hans-Heinrich Lammers, ministro del Reich e capo della cancelleria. I due uomini vengono incaricati di approfondire il ‘censimento scientifico’ e di proseguire nella ‘ricerca’. Così la missione fu infine affidata al capo della capo della cancelleria del Führer, Bouhler, e al medico assistente Karl Brandt. Ha così inizio il programma Aktion T4. Il 27 giugno del 1945 la polizia militare americana scopre in uno degli stabilimenti dove veniva attuato l’Aktion T4 un documento oggi conosciuto come ‘le statistiche di Hartheim’. Dedussero, tramite queste statistiche, che la Germania nazista, attuando il programma Aktion T4, risparmiò ben 885 milioni di marchi l’anno, dal 1940 al 1942. Tradotta in chilogrammi di vari generi alimentari, basti pensare al risparmio di 4.781.339 ,72 Kg di pane, 19 milioni e rotti di patate e così via per zucchero, burro, caffè e carne. Le statistiche, in particolare, parlavano di 70 mila persone coinvolte dal ’40 al ’42 e di 300 mila fino al 1945. Ma cosa valgono queste cifre? Cosa hanno a che fare 70 mila persone con un risparmio di 885milioni e cosa intendevano i generali americani giunti a Kaufbeuren nel ’45 con “bisogna investigare ed accertare i fatti”? Tutto ciò avveniva nell’estate di 68 anni fa, proprio nei mesi di giugno e luglio, ma prima bisogna far presente una cosa. Per voi il 27 gennaio è la giornata della memoria delle vittime dell’olocausto, il giorno della commemorazione che fa guadagnare TV e giornali, che non fa altro che riproporre a pappardella i soliti filmati e i soliti ‘Benigni’. ‘La vita è bella, certo, ma soprattutto è facile per voi averne memoria e consapevolezza, vero? Ebbene pochi sanno che l’Aktion T4 non fu altro che il Programma nazista di eutanasia che prevedeva la soppressione di persone affette da malattie genetiche , inguaribili e (come nel caso Knauer) malformazioni fisiche. Bambini e adulti furono assassinati nelle date e nelle cifre riportate, da medici, suore e infermieri. Le investigazioni degli americani hanno provato lo scopo, i metodi e le cifre dello sterminio. Gli ufficiali ebbero l’incarico di confermare i fatti avvenuti, come dovettero confermare le parole della capo infermiera di Kaufbeuren che dichiarò di aver assassinato ‘approssimativamente’ 210 bambini nel corso di due anni di servizio. È chiaro che dietro tutto ciò ci fu la propaganda nazista, il lavaggio del cervello continuo e ininterrotto, ed è difficile stabilire come sia stato possibile un crimine del genere. Un po’ com’è difficile credere che la propaganda odierna vi faccia ricordare il 27 gennaio ma non dell’Aktion T4. Un po’ com’è difficile pensare che siate intelligenti, perspicaci e interessati a questi argomenti, piuttosto che ignoranti.

Massimo Citino

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...